Il caffè in Italia (da livello B1)

Il caffè per gli italiani non è solo una bevanda. È un rito quotidiano¹ importante. La mattina a colazione, a casa o al bar, si beve il caffè. Al lavoro verso le 11:00 si fa la “pausa caffè”. Quando si vuole invitare qualcuno per fare due chiacchiere², si dice “andiamo a prendere un caffè insieme”. Un normale espresso, ristretto (concentrato), lungo (con un po’ più d’acqua), macchiato caldo (con un po’ di latte caldo), macchiato freddo (con un po’ di latte freddo), corretto (con un po’ di liquore), americano (con molta acqua), in tazza di vetro ecc. Ci sono tanti modi di prendere un caffè e ognuno ha il suo preferito. Il mio per esempio è il caffè lungo in tazza di vetro… che buono!

Ma gli italiani non vanno al bar tutti i giorni e spesso lo preparano a casa. Come? Principalmente esistono due caffettiere³ per prepararlo: la caffettiera “napoletana” (foto a destra), che si mette prima a bollire sul fuoco e poi si gira sottosopra così l’acqua filtra attraverso il caffè. Questa caffettiera è usata soprattutto a Napoli e ditorni.

L’altra caffettiera è la famosa moka (foto a sinistra) che tutti conoscono. La moka è stata inventata nel 1933 da Alfonso Bialetti. Oggi esistono tante versioni della moka, anche elettriche e con il timer… per svegliarsi la mattina e trovare il caffè pronto!

Buon caffè a tutti!

 

p.s.: Scrivi nei commenti qual è il tuo caffè preferito. Come ti piace di più? Con il latte? Senza? Con tanto zucchero? Amaro? Insomma… sono curiosa!

 

1. Quotidiano: di tutti i giorni

2. Fare due chiacchiere: parlare con qualcuno

3. Caffettiera: macchinetta per fare il caffè a casa